L’inestinguibile sogno del dominio: Francesco Morosini

26 > 27  febbraio 2019
Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti 
Palazzo Franchetti, Campo Santo Stefano, Venezia


L’Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti apre le celebrazioni del quattrocentesimo anniversario della nascita del Morosini proprio il 26 febbraio, giorno in cui nacque il futuro comandante e doge. A lui è dedicato, a Palazzo Franchetti, un convegno di tre mezze giornate, non già con l’intento di esaurire l’esame dei molteplici eventi nei quali il personaggio e, con lui, la Repubblica, furono coinvolti, ma più semplicemente nella speranza di conoscere un po’ meglio il contesto storico, prosopografico, militare e geopolitico che sottese la vita del Morosini. E, con Morosini, Venezia, che lo seguì trovando nel personaggio l’interprete di un sogno mai del tutto svanito – dopo l’epopea della IV crociata – nella propria coscienza antropologica. Una componente, questa, per così dire incarnatasi nella storia della Serenissima, ma rinvigoritasi nel corso del XVII secolo a motivo di lunghi reiterati conflitti contro l’Impero ottomano: l’apertura a Venezia del Fondaco dei Turchi (1621) non significò infatti l’inizio di una fase di cooperazione economica, ma il suo contrario. Ecco allora la guerra di Candia (1645-1669), la Lega Santa (1684-1699), la guerra di Morea (1714-1718).

Ingresso libero

Il programma completo e gli abstract degli interventi sono disponibili sul sito:

www.istitutoveneto.it

Il convegno si inserisce nel contesto delle commemorazioni che si terranno a Venezia da febbraio a novembre 2019 e che vedono coinvolte le maggiori istituzioni cittadine, con la proposta di convegni, mostre, pubblicazioni e molte altre iniziative.